mercoledì 26 ottobre 2011


Il disordine è storia.
Il disordine è chiaroveggenza.
Il disordine è il futuro ed è il punto di partenza.
Prendi in mano la morale e rovesciane l’essenza:
grida no al buoncostume e di’ si alla sconvenienza.
 Guarda dentro all’alfabeto e nascondici un segreto:
nulla è in ordine perfetto, tutto è dove non mi aspetto.

Perchè ho scritto questa ridicola filastrocca? Perchè devo mettere a posto la mia stanza, ovvio. Le rime baciate sono la mia impresa di pulizie. Al momento, c'è roba in ogni dove, non so dove mettermi a sedere e sono da quarantacinque minuti alla ricerca del mio accendino. Avete mica da accendere?

43 commenti:

  1. Non ho da accendere, mi spiace... Però c'è un casino anche in camera mia, se devo essere sincero :)

    RispondiElimina
  2. Il disordine è la delizia della fantasia, altroché.

    [e come non capirti..se esiste un'altra dimensione sicuramente sarà stracolma di miei accendini e di calzini destri o sinistri a seconda del plenilunio]x

    RispondiElimina
  3. si anche a me ogni tanto vengono in mente queste soluzioni pragmatiche. piuttosto che pulire qualche volta si fa prima a mettere fuoco a tutto, chiudere la porta e ripassare dopo un po' con una scopa. facci sapere se hai trovato l'accendino....

    RispondiElimina
  4. io amo il disordine, ma soprattutto, riesco a trovare ogni cosa nel disordine (metafore a parte). se c'è ordine i miei occhi non vedono il necessario.

    RispondiElimina
  5. Io sì, ma mi sa che il mio zippo non è wireless...
    Il disordine probabilmente è una costante fisica: se mi guardo intorno vedo capi di abbigliamento ( calzini, in particolare, talmente tanti che inizio a credere che si autogenerino, in quanto, nonostante i vari tentativi di metterli da qualche parte, si materializzano un po' ovunque), libri (ho formato una specie di torre di Babele, una precaria soluzione), chitarra incastrata a bloccare la porta dell'armadio, al fine di uccidere per stenti il mostro che vive lì dentro insieme alle scatole di naftalina di quando ci dormiva, al posto mio, la nonna qui ( in camera non nell'armadio).
    Una ventina di cd, incredibilmente, tutti in fila nello stesso posto, disposti nell'ordine esatto in cui li ho comprati ( sicché Metallica, Rise Against, Iron Maiden, Pink Floyd, Black Sabbath, Morrison, Ac\Dc, Nirvana, One Dimensional Man, Tankard, Stefano Dalla Serra, Grave Digger, Jethro Tull formano in un patchwork illogico), quattro barattoli portapenne vuoti (da sempre) che girano senza meta, ma puntualmente mi fanno cadere col culo per terra ( metaforicamente e non) ogni tot.
    Un quadro in un armadio ed uno appeso, i quali mi propongo di invertire da anni, ma alla fine non faccio mai.
    Anche perché, se quello nell'armadio non creerebbe un gran problema, non saprei proprio come appendere un quadro a testa in giù...

    RispondiElimina
  6. "Le rime baciate sono la mia impresa di pulizie", va be', mi sa che sei poetica senza nemmeno volerlo... ti faccio accendere io, facciamoci 'sta sigaretta va...

    RispondiElimina
  7. Certo che ho da accendere :) tò!

    E.

    RispondiElimina
  8. @ Ale: Niente vizio del fumo? Tu si che vivrai a lungo! O magari no... ;)
    Quanto al disordine, prova anche tu con le rime baciate!

    RispondiElimina
  9. @ Emma: Si, è la delizia della fantasia...e un sacco di altre cose! Calzini spaiati, accendini e chissà che altro...
    Magari, tra una cosa e l'altra, c'è pure il mio vecchio pupazzo di Kermit la rana...mi manca!

    RispondiElimina
  10. @ alpexex: Ahahah...si, siamo tipi pragmatici io e te! L'idea di mettere fuoco a tutto te la rubo!
    Sarai il 1° a saperlo...per il momento, sto usando il fornello della cucina!

    RispondiElimina
  11. @ Stefano: Tu non sai quanto vorrei essere 1 di quelle persone che dicono "Io nel mio disordine ci trovo tutto"! E, invece, no...io non trovo 1 bel niente...
    Ma pazienza, in fondo, il disordine mi piace!

    RispondiElimina
  12. @ La Carta: Il tuo commento mi ha fatto morir dal ridere! Soprattutto il pezzo dell'armadio...e quello dei portapenne...e quello dei quadri, si anche quello...
    Insomma...ahahahah...
    P.S.1 Bei cd! Siamo 1 tantino metal...
    P.S.2 Come il tuo zippo non è wireless? Questa mi sa di scusa.

    RispondiElimina
  13. @ Tra cenere e terra: Io poetica? Se lo dici tu...
    Oh, mio salvatore! Si, facciamoci 'sta sigaretta va...

    RispondiElimina
  14. @ Emanuele: Si, ma ricorda...in biblioteca non si fuma!

    RispondiElimina
  15. @ Fog: Vero? Non sapevo nemmeno di averceli, pensa tu! Altrimenti li avrei messi sempre, sempre, sempre, sempre...

    RispondiElimina
  16. io ho la camera in ordine, ma la testa in perenne disordine. Hai voglia di riordinarmela?

    se devi accendere usa il fornello basta che stai attenta a non bruciarti i capelli....

    RispondiElimina
  17. A proposito di fornello quando avevo la barba lunga tipo Gesù Cristo mi sono dato fuoco per accendere una sigaretta col fornello. Bei momenti quelli. Il disordine è il principio, è la materia grezza, è volontà di potenza e fascino. Però, penso io, il nostro obiettivo deve essere un perpetuo perseguimento dell'ordine. Il disordine ci sovrasta, veniamo sopraffatti da esso, e a me non piace stare sotto a nessuno, tantomeno al disordine. Voglio gestirlo, voglio tirarne le fila come fossi un burattinaio, sempre alla ricerca dell'ordine. Perché l'ordine è calma, è pace, è leggerezza, e nella società del caos in cui viviamo forse ci farebbe bene fermarci e trovare tutte le nostre cose al loro posto. E comunque se hai due pietre focaie l'accendino non ti serve. O magari un bastoncino e un po' di pagliuzza.

    RispondiElimina
  18. Quando finisci passi da me? Io se non vedo volteggiare i gabbiani sopra casa mia, mica pulisco... Naaa.. scherzo!!

    RispondiElimina
  19. io sono in procinto di traslocare...
    e ti ho detto tutto!

    :D

    cmq, una buona musica di sottofondo e vedrai come si rassetta meglio :D

    RispondiElimina
  20. Quanto vorrei essere liberamente disordinato.
    Quanto vorrei vestirmi in fretta.
    Quanto vorrei spegnere una volta tanto questo mio cervello impolverato!

    :(

    RispondiElimina
  21. Se tu non fumeresti non avrebbesti bsogno di un accendini, quindi il dsordne non esisterebbe. Wowo Wowo Wowo un incendio!!!

    RispondiElimina
  22. il disordine è il mio modus vivendi..croce e delizia..

    RispondiElimina
  23. @ gap: Ahahah...mi sembra che siamo in molti a vivere nel disordine!

    RispondiElimina
  24. @ Fred:
    Voglia? Certo!
    Lo so fare? Sicuro!
    Allora l'emisfero destro va, ovviamente, a sinistra...
    Quello sinistro a destra...


    Bruciarmi i capelli...ahahah...starò attenta, si! Ma tanto io sui miei capelli ci ho fatto di tutto, mi manca solo di bruciarli...

    RispondiElimina
  25. @ Stefeno: Ahahahah...bellissimi, immagino! Come quando io mi son tagliata le labbra con il bordo di 1 lattina.
    L'ordine come superiorità sul disordine....non l'avevo mai vista così. Quasi, quasi mi hai convinto.
    Pietre focaie? Ti sembro il tipo che sa usare le pietre focaie?...
    Un bastoncino e un po' di pagliuzza...
    Accidenti, dovevo fare gli scout!

    RispondiElimina
  26. @ Fulvio: Si, vengo da te e aspettiamo insieme l'arrivo dei gabbiani.
    Quanto pensi ci vorrà?...
    Per sicurezza, porto da te il mio spazzolino da denti? Tu liberami il 1° cassetto.

    RispondiElimina
  27. @ Vale: Oh, beh...fatti forza!!! :)
    Musica di sottofondo? Si, con quella migliora tutto!

    RispondiElimina
  28. @ Franz: Se capissimo come si spegne, ho il sospetto che cadremmo nella tentazione di non riaccenderlo più...

    RispondiElimina
  29. @ Fidelio: Un incendio?
    Il 115 mi ha messo in attesa, accidenti!!! Aspetta che corro io a salvarti...intanto tu mantieni la calma e buttati dalla 1° finestra che vedi. Si fa così, fidati.
    Comunque, va detto che questo commento è scritto davvero bene.

    RispondiElimina
  30. @ Sunshine: Croce e delizia...hai ragione! Forse, un giorno, riusciremo a farne a meno...

    RispondiElimina
  31. Se mai dovessi svegliarmi con un solo pensiero in disordine ...
    già avverto lo sguardo pietrificato di tutti gli oggetti animati e inanimati circostanti la mente(capelli compresi)....
    e ora li vedo con ossequioso silenzio disporsi in fila e sull'attenti onde sperimentare il rigore della mia ispezione.
    Che dire ...Stefano quasi mi conosce...il disordine ci sovrasta...e ci costringe a una ricerca, credetemi, seppure non mi serva niente a quel punto mi urge trovare qualcosa.
    E poi per la prima volta arrischio di essere definita "burattinaia dell'ordine"..che figura poetica per la costruzione del mio "equilibrio"!
    Anch'io però invidio gli altri, proprio così Franz...pensa un pò se finissimo tutti in un camion di spazzatura, invece di mettere ordine potremmo a quel punto scaricare anche cose "importanti" e lasciare il resto al suo posto di ritorno dalla gita?
    Cara Marla, Bel posto questo dove scombinarsi.

    RispondiElimina
  32. ci sta proprio bene la foto di warhol lassù :)

    anche io devo mettere a posto la mia camera,da tipo sei mesi.
    e un giorno di questi magari lo farò anche.
    forse.

    RispondiElimina
  33. Il disordine è solo un tipo di ordine.

    RispondiElimina
  34. Il disordine sono le idee nella testa, il disordine è arte incompresa.
    Prima di iniziare a scrivere qualcosa,metto sempre in ordine la camera.
    Non ordino mai se non in quelle occasioni,perchè bisogna essere pronti a riordinare.
    Sarà forse una forma di...preparazione? rituale?
    Boh.

    RispondiElimina
  35. Gli accendini spariscono sempre...vedrai che li ritrovi tutti insieme...
    è una casualità

    salve.

    RispondiElimina
  36. Sei sparita... mi dispiace. Ti auguro la felicità, e che duri...

    RispondiElimina
  37. Ciao Andy, per Natale mi sono iscritto al tuo Blog, ma vedo che dopo dieci giorni non c’è stata corrispondenza con la tua libera iscrizione al mio Blog matta-mattax.blogspot.it.

    Per timore di non essere gradito, mi disiscrivo chiedendoti scusa per il disturbo.

    Nel caso cambiassi idea basta che ti veda iscritta nel mio blog, io mi iscriverò subito al tuo. Ciao ancora.

    Colgo l’occasione, in ogni caso, per augurarti un felice 2013, ciao Matteo.

    RispondiElimina
  38. L’ordine rispecchia
    la tua gloriosa essenza
    il futuro ed anche
    il punto di partenza

    Lascia andare la morale
    e godi dell’altrui presenza

    Adesso guarda
    dentro il tuo cassetto …
    è tutto in ordine perfetto?

    "No davvero!
    Però ora che me l’hai detto …

    … quello che ci metto
    - se sto attento -
    lo ritrovo proprio lì
    - in un momento -
    dove me l’aspetto!"

    RispondiElimina

Pace, amore ed empatia.